BorderLayoutBoxedLayoutOpenLayout Maximum textMedium textSmall text

Registrazione
mercoledì 29 giugno 2016
   
News Riduci
Il Progetto Crowd4Roads (C4Rs) è iniziato - martedì 5 aprile 2016

Il Progetto Crowd4Roads (C4Rs) (7 partners, 3 anni, 1.5 milioni €) è iniziato. 

 Data: 6 Aprile 2016

Il 3-4 febbraio 2016, Regione Marche ha ospitato il kick off meeting del progetto Crowd4Roads in Ancona. 20 partecipanti in rappresentanza di sette partner provenienti da quattro paesi diversi si sono riuniti per la prima volta a definire una visione condivisa per il progetto nei prossimi tre anni. Il progetto è coordinato dalla Università di Urbino e co-finanziato dal programma di ricerca ed innovazione europeo Horizon 2020, sotto il grant agreement No 687959.

 continua

  
Obiettivi del sito Riduci

Questo sito è lo strumento a supporto dell’eCommunity regionale. E’ rivolto a tutti i soggetti che a diverso titolo costituiscono la comunità di riferimento dei servizi e dei progetti dell’agenda digitale della nostra Regione, siano essi cittadini, imprese o pubbliche amministrazioni del territorio. Per queste ultime, inoltre, il sito rappresenta uno strumento di lavoro per supportare gli enti interconnessi alla rete regionale e per il coordinamento complessivo delle attività che verranno realizzate congiuntamente. 

L’intento è quello di superare, attraverso la rete come strumento di coesione, la frammentazione che caratterizza da sempre una regione composta in gran parte da piccoli comuni, geograficamente e demograficamente poco assimilabili tra di loro: solo 20 Comuni su 237 hanno più di 15.000 abitanti. La numerosità di piccoli comuni ed una popolazione complessiva che non supera il milione e mezzo di abitanti implicano un approccio al tema delle smart communities che passi attraverso il modello della smart region. Negli anni la Regione Marche si è sempre adoperata in qualità di ente aggregatore, valorizzando eccellenze, promuovendo il riuso di soluzioni, finanziando progetti a rete, tracciando percorsi normativi e tecnici per l’adozione di standard comuni, programmando interventi in ottica unitaria e scegliendo strategie di sintesi. Le Marche (e già il plurale nel nome spiega molte cose) presentano inoltre significative esperienze nella diffusione di pluralità collettive (non solo geografiche ed anche in termini di specificità, competenze, specializzazioni).

Il Portale vuole essere dunque uno strumento di supporto per la “mission” che la smart region deve compiere: armonizzare ed integrare lo sviluppo tecnologico dell’intera regione, concentrandosi sul monitoraggio ed il superamento del digital divide sia esso infrastrutturale che legato alle competenze e alle conoscenze. Le comunità virtuali devono interagire secondo il principio di “fare sistema” utilizzando una knowledge condivisa. Per fare sistema è indispensabile ideare, progettare e dispiegare i servizi in costante e fattiva collaborazione tra tutti gli enti locali della regione. In linea con quanto previsto nel progetto NeSSo, inoltre, si intende realizzare un’unica piattaforma a supporto di tutte le communities costruendo una knowledge base unitaria in grado di erogare servizi web 3.0 basati su specifiche ontologie semantiche di settore.

La eCommunity della “smart region” è stata costruita a partire da un insieme di interventi, buone pratiche e progetti a iniziativa regionale (di cui il sito offre una panoramica aggiornata) rafforzando le competenze e le azioni già maturate nel corso del tempo.  

La Regione ha ritenuto prioritario l’obiettivo di mettere a disposizione dei cittadini e delle imprese del territorio strumenti tecnologici evoluti, al fine di rendere più semplice e facile l’accesso ad una pluralità di servizi e garantire i diritti di cittadinanza digitale. Sono state inoltre avviate, in collaborazione con tutti gli attori del territorio una complessa serie di attività progettuali, volte a promuovere l’attuazione del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) attraverso la digitalizzazione dell’attività amministrativa, il superamento del digital divide, la cooperazione applicativa, la promozione degli strumenti di cittadinanza digitale, la circolarità del dato, la conservazione digitale a norma, il potenziamento delle infrastrutture tecnologiche, fisiche ed applicative, etc.

In particolare la strategia regionale per lo sviluppo della banda larga, precorrendo gli obiettivi strategici dell’Agenda Digitale Europea per il 2013 (predisposizione dei servizi a banda larga per tutti i cittadini), è stata definita attraverso il “Piano Telematico Regionale per lo sviluppo della banda larga ed il superamento del digital divide”, approvato dal Consiglio regionale con Delibera n. 95 del 15/07/2008. Il Piano si pone l’ambizioso obiettivo di eliminare il digital divide infrastrutturale, estendendo l’accesso alla banda larga a tutta la popolazione.

L’eCommunity marchigiana, fondata sul successo di queste iniziative, dovrà promuovere il trasferimento e lo scambio di conoscenza e di know-how tecnologico tra ricerca, imprese, settore dei servizi di pubblica utilità e istituzioni, fungendo da catalizzatore sul territorio e creando un potenziale bacino di utenti consapevoli dei reali vantaggi della cooperazione applicativa e del modello di lavoro a rete. Il progetto MCloud costituirà la piattaforma abilitante di questo nuovo modello organizzativo e permetterà di ricapitalizzare i risultati ICT raggiunti da Regione Marche nel suo territorio. 

 


Regione Marche Giunta Regionale-via Gentile da Fabriano, 5 - 60125 Ancona - tel. 071.8061